Formazione

Cristiana Genta > Formazione

Metodologia

Il contesto nel quale operiamo cambia con grande rapidità, le competenze di cui siamo portatori diventano velocemente obsolete, occorre dunque aggiornarle costantemente e svilupparne di nuove.

A cambiare non sono però solo le competenze che ci vengono richieste ma anche gli approcci alla formazione e le metodologie adottate. Il tempo e le risorse economiche che le Aziende possono dedicare allo sviluppo delle soft skills, altrimenti dette anche competenze trasversali, si è notevolmente ridotto negli ultimi anni.

La sfida delle formazione diventa quindi raggiungere risultati concreti in breve tempo. La soluzione a tale sfida è insita nella metodologia scelta, nel processo formativo adottato e nella capacità di creare esperienze che siano al tempo stesso memorabili ed utili. Memorabili perché questo aiuta l’apprendimento ed il cambiamento, utili perché la formazione non è gioco fine a se stesso.

È dunque sempre più importante che gli interventi formativi siano caratterizzati da:

  • profonda comprensione della domanda e dei bisogni del cliente
  • personalizzazione della progettazione e contestualizzazione dei contenuti nella realtà di lavoro del cliente
  • concretezza e spendibilità degli apprendimenti
  • innovatività e esperienzialità delle metodologie proposte

La metodologia formativa da me proposta è fortemente esperienziale, interattiva, orientata al confronto ed all’ascolto dei vissuti e delle esperienze dei partecipanti. Prevede momenti di lavoro individuali, finalizzati ad effettuare una riflessione su di sé ed attività in triadi e piccoli sottogruppi. La presentazione di slide, quando necessaria, è finalizzata esclusivamente a fornire elementi concettuali ed applicativi nuovi, fare sintesi dei principali contenuti emersi e stimolare la discussione.

Gli strumenti d’aula proposti variano in funzione delle specifiche esigenze e possono sintetizzarsi in: esercitazioni mirate, filmati, casi di studio, role play, questionari di auto diagnosi, giochi d’aula riconducibili alla teoria del “Gioco Serio”.

Temi trattati

Le capacità trasversali, da alcuni chiamate competenze comportamentali o soft skills, sempre più diventano un fattore di successo strategico per le organizzazioni. Alla formazione sulle conoscenze tecniche, si affiancano dunque interventi formativi volti a consolidare e sviluppare le capacità manageriali, relazionali e logiche delle persone che in esse operano.

È importante che tali interventi vengano progettati in modo personalizzato, customer made, in funzione del contesto, degli specifici obiettivi che ci si prefigge di conseguire e della popolazione di riferimento.

Tali corsi possono essere intesi come momenti di approfondimento di specifiche tematiche o come momenti inseriti in un più ampio processo di sviluppo e cambiamento delle persone e dell’organizzazione, così da strutturare veri e propri percorsi.

Diventa così possibile:

  • Potenziare capacità quali, ad esempio: leadership, problem solving, time management, comunicazione, gestione delle relazioni e gestione dei collaboratori
  • Trattare tematiche inerenti il pensiero creativo, il burn out e lo stress
  • Realizzare percorsi di formazione formatori o formazione alla valutazione

Richiedi un contatto

  • * Campi obbligatori